24 giugno -  09 luglio 2021
Alla ricerca dei nomadi Sami, che fanno la transumanza con le renne.
Tenteremo di raggiungere la vetta piu' alta della Svezia: il Kebnakaise ed altre vette minori.

 

-------

30 maggio 2021

Previsioni che danno al brutto.
Quindi giornata piu' corta, improntata alla natura.
Giro delle cascate sopra Prali con tanto di avvistamento di giovani stambecchi.
I primi un po' impauriti, l'ultimo quasi vanesio in vena di farsi fotografare quasi da vicino.
Prati fioriti con qualita' di giallo, rosso, viola, azzurro e blu con sfondi di tutti i tipi di verde.
 

-------

29 maggio 2021

Questa volta, l'alpinismo che amo di piu' da sempre, quello su neve e ghiaccio. Una bella Alpinata, quindi direzione Curcurin sito a 2701 slm dal
Canale di Nord Ovest.
Neve molle, si affondava fino al ginocchio ,quindi una belle e sana fatica allenante.
Saliti in conserva corta, e grazie a abbigliamento fornito dalla FERRINO di cui sono tester e calzature della AKU Tengu GTX, ramponabili
Zaino FERRINO e picozza, imbrago, ramponi e casco della GRIVEL.

AKU e GRIVEL sono diventato da poco AMBASSADOR.
A fianco del piu' grande dei 13 Laghi di Prali un via vai di marmotte giocose che quasi giocavano con noi a giro giro tondo.

-------

Prali 28-29-30 maggio 2021
Con Sandro Paschetto grande amico e grande guida alpina.

Il 28 appuntamento alla borgata di Fontane per iniziare la Via Cret di Croc PD+ 300 metri di II e III da salire in conserva con una mezza corda da 20/30 metri a circa meta' salita ottima piazzola per uno spuntino-

Nella borgata l'omonima trattoria, dove ospitalità' ed una cucina casereccia di altissimo livello Vi fara' riprendere le forze alla grande.

Era da anni che non scalavo piu' su roccia e quindi anche se i gradi erano bassissimi l'abitudine a dove mettere i piedi, ho dovuta pazientemente ritrovarla.
Bastano scarpe da avvicinamento.
Io uso le mitiche AKU Tengu Low GTX.

 -------

26 maggio 2021

Salita al Monte Freidour. Una delle mete dei torinesi, anche per le magnifiche vie lunghe di arrampicata di Rocca Sbarua.
Ritorno passando al Rifugio Mellan, spesso e volentieri luogo di incontro da chi va o ha appena finito di scalare.
Alto 1455 slm, dalla cima si puo' poi proseguire verso i 3 Denti.
Mi e' capitato in settimana e fuori stagione di trovare caprioli ed una volta pure una lunga biscia, proprio sul sentiero.
Meritevole e' sicuramente la polenta concia al rifugio nteressantissima e' l'Arnia dei lettori, dove si possono prendere libri, ovviamente lasciandone  altri, per gli amanti della lettura, non forzatamente solo di montagna.

-------

24 maggio 2021

Salita al Monte Musine',che per essere solo a 1050 slm, salendo da Val della Torre si fanni circa 1650 metri di dislivello.
Montagna posta proprio all'inizio della Valle di Susa, teatro negli anni addietro di terribili incendi che ne hanno devastato i suoi versanti,arrecando ingenti danni, ma fortunatamente Madre Natura vince sempre.

Per mancanza di acqua, bisogna sempre partire con una buona scorta.
Arrivato in cima ho trovato parecchia gente, chi ha camminato come me, chi l'ha fatta di corsa salendo magari da Casellette.

-------

 19/20/21 maggio 2021

Dopo 2 giorni in quota e' stata la volta di tre giorni marini di lavoro ed allenamento in compagnia di Marco Muzzi, grande viaggiatore e camperista Ospite nella sua casa in mezzo al verde dell'entroterra di Albenga.

Le giornate erano scandite da appuntamenti con sindaci ed aziende e grandi camminate lungo mare ovviamente non disdegnando, manicaretti locali, come pesto e focaccia. Pini marittimi, voli di stormi di gabbiani, e poiane che sfruttavano correnti ascensionali, hanno fatto da contorno alle giornate lavorative.

I sindaci per eventuali gemellaggi con paesi della Scandinavia, e le aziende per un eventuale supporto ai progetti.

-------

15/16 maggio 2021

Un progetto, un grande progetto, non parte mai dalla data indicata, ma molto molto tempo prima. Vuoi per la spasmodica ricerca di sponsors e partners o per la divulgazione ed ovviamente per l'allenamento psico-fisico.

Quindi il 15 maggio partenza per il Colle della Roussa,passando da Villa Sertorio ed il Rifugio Fontana Mura, situato all'interno del Parco Naturale Orsiera-Rocciavre'.

Ai piedi del Colle della Roussa,valico che collega la Val Sangone, con la Val Chisone Toccato quota 2000, che per essere la prima volta dopo zone rosse ed arancioni, mi ha reso particolarmente fiducioso 16 maggio, si riparte con il mitico Max Rizzetto, direzione Rocca Patanua Cima delle Alpi Graie che si trova in Valle Susa Si lascia l'auto alla Cappella Prarotto, e dopo circa 2,30 di cammino si raggiunge quota 2409 s.l.m

Verso la fine roccette, umide e scivolose per via della leggera pioggerella caduta Ma tutto e' bene quel che finisce bene, compresa l'interminabile discesa da mettere a dura prova i miei quadricipiti non ancora troppo allenati.